I NUOVI GIARDINIERI. Coltivare gli spazi urbani e valorizzare il terzo paesaggio

ACRONIMO DEL PROGETTO: UrbaNGiard_III

Il Progetto ha la finalità di innovare le metodologie e gli strumenti attuativi di intervento sul territorio, di diffondere una nuova sensibilità nei confronti del paesaggio urbano e dell’ambiente, di mettere in rete una molteplicità e varietà di soggetti portatori di competenze e saperi diversi e di far crescere e maturare il “principio di responsabilità” verso i “beni comuni”.

Dal punto di vista degli obiettivi il progetto intende  formare progettisti per riqualificare luoghi degradati o marginali in contesti pubblici in maniera non convenzionale e sostenibile; innescare interventi di architettura partecipata e di responsabilizzazione nei confronti del paesaggio urbano e dei beni comuni con il diretto coinvolgimento della popolazione nella fase di ideazione del progetto e nella sua realizzazione; stimolare ed educare i cittadini a riappropriarsi di spazi pubblici, che abitualmente hanno connotati di marginalità, trasformandoli in luoghi in grado di innescare un forte senso di appartenenza;  favorire il dialogo tra tutti gli strati e categorie sociali in modo da garantire  il pieno rispetto delle pari opportunità.

Le strategie ruoteranno intorno alla costruzione di una rete di cittadini e di associazioni in grado di valorizzare al massimo le energie creative della città. I suoi abitanti saranno chiamati a partecipare direttamente alla produzione e alla realizzazione delle attività, aprendo così nuovi circuiti di esperienza e di conoscenza che li metteranno non solo in relazione tra loro negli spazi e nei luoghi cittadini, ma anche in relazione con importanti realtà nazionali ed internazionali ricche di competenze e saperi.

Il progetto si trasformerà in questo modo in un luogo di ascolto e di dialogo con i differenti attori culturali, sociali ed economici della città, per dar vita ad un “collettivo intelligente”  fondato su una  rete di comunicazione all’interno della quale idee, argomenti, pratiche positive, competenze, saperi possano costantemente dialogare, confrontarsi, collaborare e connettersi, valorizzando tutte le  qualità umane – che fanno vivere la città – intorno alla realizzazione di questo comune progetto.

In questo modo la città si trasformerà in una “learning city” in grado di porre a suo fondamento il tema dell’ “apprendimento” reciproco.

I destinatari saranno i cittadini e la città, nella molteplicità dei suoi bisogni e dei suoi desideri, ma anche tutto il tessuto di saperi e competenze.

 

PARTNER

Associazione Basilicata 1799 (CAPOFILA)

Osservatorio per l'Ambiente Lucano - OPAL (OAS)

 

COFINANZIATORI

Comune di Potenza - U.D. Ambiente/Parchi/Energia

 

ATTIVITA'

Analisi volta alla individuazione dei siti da riqualificare.

Analisi dei bisogni e della domanda di spazi verdi.

Realizzazione del bando pubblico per il reclutamento di studenti universitari interessati all'esperienza progettuale e formativa.

Costruzione della rete di cittadini, mediante incontri per condivisione possibili progetti di riqualificazione.

Organizzazione di 2 workshop di tipo operativo intensivo.

 

COMUNICAZIONE

Diffusione dei risultati dell'esperienza sia in fase di svolgimento che nella sua fase finale.

 

 

menu

REGIONE BASILICATA
Dipartimento Ambiente ed Energia
Potenza 85100 - Via Vincenzo Verrastro, 5
tel. +39 0971.669050

informativa su cookie © credits